LA FATINA CHE RUBAVA I SOGNI

C’era una volta una Dolce Fatina che amava rubare i sogni degli altri, li metteva dentro una grande bolla di sapone colorata e ogni tanto li andava a guardare. Anzi non ogni tanto, lo faceva spesso, ne prendeva uno, lo appoggiava delicatamente su di un panno di velluto viola e lo fissava con attenzione, cercando di capire cosa volesse dire il sogno.

“Ma com’è possibile” direte voi bambini “i sogni sono di chi li sogna”! Certo, ma la Dolce Fatina era un pò birichina, di notte entrava piano, piano nelle camere da letto, sceglieva il sognatore adatto e gli appoggiava sul capo una rete d’oro, come quella dei pescatori. Il sogno si lasciava prendere e chi lo aveva sognato non lo ricordava più, era come se non fosse mai esistito.
Una notte la Fatina rubò il sogno ad un bambino, un sogno bellissimo:<< pieno di colori e animali che correvano insieme felici sotto il sole che non si spegneva mai.

Nel sogno il bambino sentiva una dolce  racconti x bambini fatima che rubava i sognimusica che inseguiva gli uccellini e incuriosito volle scoprire dove andassero, erano diretti verso una grande cascata, dietro la quale, per magia, si apriva una lunga caverna tutta illuminata da tante lucciole.
Al centro della caverna sorgeva un grande lago con un albero dorato, e il bambino vide gli uccellini raggiungere i suoi rami, saltellarci sopra e per incanto diventare tante stelline luccicanti, che
salivano felici in cielo insieme alla musica.

La Fatina si pentì di aver rubato al bambino quel sogno così bello e dolcemente lo depone su di un ramo dell’albero dorato per non farlo calpestare.
Al risveglio il bambino corse dalla mamma contento
“Mamma, mamma, ho fatto un sogno bellissimo”.

Le tue condivisioni ci aiutano a crescere. Grazie in anticipo del tuo aiuto!

Posted in FAVOLE PER BAMBINI, FIABE, STORIE PER BAMBINI.