Tuo figlio fà i capricci per andare a dormire?

Impariamo come gestire i capricci all’ora della Nanna

Come indurre facilmente il bambino a fare il riposino pomeridiano

capricci per dormire sonnellino bambinoOggi parleremo di induzioni ipnotiche blande per bambini. Tutti sanno che le induzioni ipnotiche vengono utilizzati per i grandi sportivi, per le vendite e per numerose terapie mediche,
noi le applicheremo sui bambini al fine di indurre un più celere stato di riposo, rilassante e piacevole.
Chi è genitore, si è inventato di tutto per far dormire i bambini e penso talvolta è capitato a tutti che i bambini si addormentassero piangendo ed esausti, e questo sicuramente non aiuta
ad avere un sonno piacevole e un risveglio rilassato, anzi talvolta i bambini che si ribellano per andare a dormire al risveglio sono più nervosi del momento in cui sono andati a dormire.

Oggi parleremo di una induzione ipnotica super collaudata per indurre il sonnellino pomeridiano ai bambini.
Utilizzeremo una favola per raggiungere il nostro obiettivo in pochi minuti.
Partiamo da una condizione estrema cioè supponiamo che il bimbo corra a destra ed a sinistra, perché non vuole neanche sentire la parola “sonno” o il verbo “dormire” e non è disposto a sdraiarsi o venire in braccio.
Il primo step pertanto sarà quello di attirare la sua attenzione, chiedendo al bambino se conosce la storia del piccolo cavallino (altre volte sarà un cane, un gatto, pecora, ecc.ecc) che cade in un grandissima buca con il rischio di rimanere per sempre li dentro,
se il bimbo si ferma e presta attenzione il primo step e superato altrimenti gli chiederemo se ha piacere di aiutare il povero cavallino che non ha nessuno, soltanto vostro figlio può ormai aiutarlo.
Non penso che nessun bambino, anche il più ribelle possa resistere dal essere protagonista della storia.
Si passa poi al secondo step con l’inizio della storia, di seguito ci sarà una nostra storia ma può esser modificata a piacere ad esclusione delle induzioni che spiegheremo meglio più avanti.
C’era un bambino di nome Giuseppe, che amava correre sempre su è giù per la casa, era un bimbo molto bravo e la sua mamma gli voleva tanto bene ed appena aveva un pò di tempo lo portava in mondo magico, lei chiudeva gli occhi e anche lui iniziava a chiuderli, la mamma gli diceva di immaginare il grande prato fiorito, perché tra poco arrivano altri bambini, appena il bimbo iniziava a vedere il grande prato fiorito arrivarono 10 bambini sorridenti con in mano cerchi, palloncini, e lo prendevano per mano facevano un grande girotondo e poi lo portavano nel grande parco giochi affianco al prato.
Dopo pochi minuti tutti i bambini insieme crearono un’altra magia iniziando tutti a chiudere gli occhi per immaginare un prato con più fiori, lo stesso fece Giuseppino, chiudendo di nuovo i suoi bellissimi occhini, e subito dopo per magia arrivavano altri 20 bambini tutti allegri con i mano tanti giochi. Era una festa meravigliosa, tutti i bambini ridevano, giocavano c’era tanta allegria.
(Adesso con una voce molto monotona, quasi a cantilena racconterete che c’era alcuni bambini sull’altalena di nome x,x,x,x altri che facevano girotondo di nome yyyyyy, e così via).
Se il bimbo non si è ancora addormentato, racconterete che:
“Ad un tratto la più piccolina del gruppo disse: presto ora sdraiamoci tutti sul prato dobbiamo riposare o stare in silenzio immobili con gli occhi chiusi per 5 minuti altrimenti la magia
dell’ allegria finirà, presto presto, in pochi secondi tutti i bambini furono sdraiati ed iniziarono a riposare, perché sapevano che soltanto riposandosi potevano essere pieni di energia e
soprattutto allegri. Infatti tutti i bambini sapevano che per aiutare il piccolo cavallino dovevano essere riposati, forti e pieni di allegria per poter portare forza e coraggio al piccolo cavallino che era caduto nella grande buca.”

Se il bambino non si è ancora addormentato (non è mai accaduto) continuerete con la voce monotona a raccontare che anche il cavallino che non vedeva l’ora di riposarsi fece un grande balzo ed
gestire-capricci-riposino-pomeridiano-bambino-300x168andò a sdraiarsi sul prato vicino al piccolo Giuseppino, lo lecco sulla guancia ed il piccolo Giuseppino l’ho abbraccio a se ed insieme fecero un riposino per ricaricarsi di energie da utilizzare per giocare nel meraviglioso mondo magico dei bambini.

Molto importante è giocare bene sui toni di voce, in quanto i bambini sono molto sensibili al tono ed al volume della voce.

L’induzione al sonno avviene utilizzando una voce soporifera nelle varie parti del racconto dove i bambini chiudono gli occhi e con l’ausilio di una dolce carezza sugli occhi del vostro bambino dall’alto verso il basso.
Spero di ricevere presto vostri commenti su questo articolo relativo a capricci dei bambini per andare a dormire.
Se il post “Tuo figlio fa i capricci per andare a dormire?” vi è piaciuto non dimenticate di fare mi piace e di condividerlo con i vostri fans.

 

 

Le tue condivisioni ci aiutano a crescere. Grazie in anticipo del tuo aiuto!

Posted in STORIE PER BAMBINI and tagged , , , , , , .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *