Meditare con gli Angeli

Meditazione Attiva con gli Angeli

Meditare con gli angeli aiuta a sviluppare una pratica spirituale che va nel profondo di noi stessi mettendoci in contatto con la nostra parte più pura.
Emeditatione-con-gli-angelintrare in contatto con il nostro IO vero permette di eliminare alcuni blocchi emozionali e/o fisici.  Ormai è noto che meditare è uno dei toccasana naturali per poter trovare velocemente la pace e la serenità soprattutto in quei momenti in cui lo stress prevale e travalica la nostra capacità di razionalizzare aprendo la strada della confusione sia nella nostra vista fisica che in quella spirituale.
Meditare insieme agli angeli è sicuramente utile quando sentite che le cose non stanno fluendo come vorreste e tutte le volte in cui vi sentite indecisi, confusi e stanchi della routine quotidiana.
Gli angeli per potervi aiutare hanno bisogno che voi glielo chiediate, loro sono inermi senza una vostra richiesta esplicita a loro.
Quando vi sentite irritati, stanchi e poco chiari su cosa fare, prendersi pochi minuti per meditare può cambiare il corso degli eventi e la nostra risposta agli stessi.
Mantenere la pace nei nostri cuori è importante per poter creare una vita di pace e amore intorno a noi.
Concedete almeno pochi minuti al giorno per accettare l’aiuto offerto dal vostro Angelo Custode e dagli Arcangeli attraverso meditazioni che provengono dal cuore.

Purtroppo per mia natura non riesco a memorizzare preghiere o meditazioni preconfezionate da altri riesco solo a dire ciò che mi sale dal cuore. Quindi cercherò di esporre di seguito le varie competenze che le sacre scritture aggiudicano ai vari Arcangeli,  sperando che qualche teologista possa correggermi se ho commesso qualche errore e comunque sicuramente voi non sbaglierete nel rivolgervi agli Arcangeli o al vostro Angelo custode perchè nel momento che raggiungerete il vostro IO vero lui non sbaglierà in quanto tutto ciò che viene dal cuore puro non ha errori in quanto è Amore

meditatione attiva su gli angeli

Di seguito riportiamo i 7 Arcangeli: Michael, Gabriel, Raphael, Uriel, Jehudiel, Sealtiel, Barachiel. Nella sacra scrittura i sette Ancangeli vengono nominati nell’Antico Testamento libro di Tobia 12,16: “Io sono Raffaele, uno dei sette santi angeli che presentano le preghiere dei santi e hanno ingresso o stanno davanti al trono dell’Altissimo”.

Meditare con San Michele Arcangelo aiuta a vivere con umiltà abbandonando le deterioranti vie della Superbia.

Meditare con Santo Arcangelo Gabriel aiuta a liberarsi dalla prigione dell’avidità che conduce inesorabilmente all’ isolamento ed alla tristezza interiore.

Meditare con Santo Arcangelo Raphael aiuta a trovare la strada dell’Amore, del conforto, della Salute e delle giuste scelte, aiuta ad allontanarsi dalla lussuria e volgarità. Noi camminatori di Trekking o haking lo invochiamo ad ogni viaggio in quanto è il Patrono dei viandanti, dei camminatori  e dei giovani. Egli implora la grazia della Sapienza, dell’Intelletto , della Scienza, del consiglio, della fortezza e della pietà. Si dovrebbe fare sempre una meditazione attiva con il Santo Arcangelo Raphael nelle decisioni importanti, nei viaggi, prima di una operazione, contro le scelte sbagliate, contro gli avvelenamenti e contro l’assenza di Amore.

Meditare con Santo Arcangelo Uriel aiuta a combattere l’odio, l’ ira, maledizioni e l’impazienza, sia di chi li riceve sia di chi li invia perchè vuole smettere di odiare, in quanto tutto ciò che si invia si riceve amplificato.

Meditare sul Santo Arcangelo Jehudiel aiuta a combattere lo spirito dell’invidia e della gelosia.

Meditare sul Santo Arcangelo Sealtiel combatte lo spirito dell’intemperanza nel bere e nel mangiare e nel smoderatezza dei propri comportamenti. Utilizziamo spesso rivolgerci all’ Arcangelo Sealtiel quando utilizziamo la meditazione per dimagrire.

Meditare  sul Santo Arcangelo Barachiel aiuta contro lo spirito dell’accidia.

Adesso immaginate per un momento l’uomo come una bacinella d’acqua. Se chiedessimo ad un bambino cosa accadrebbe alla bacinella se fattori esterni (es preoccupazione, dolori, delusioni) la agitassero? Il bambino vi risponderebbe che se si agitasse una bacinella,  l’acqua all’interno comincerebbe a muoversi, incresparsi ed a diventare poco chiara.

Se noi provassimo a fermare l’acqua quando la bacinella continua ad essere agitata non faremmo altro che innescare un moto perpetuo dove l’acqua alla fine andrà fuori (esempio andar fuori di testa).

L’unico modo per calmare l’acqua è assicurarci che la bacinella non si agiti e per fare questo occorre andare in profondità ed annullare all’origine l’ agitazione.

Fare questo è la cosa più facile al mondo quando si sà fare,  un pò meno facile è quando non si sa dove sbattere la testa. Per imparare ci si può rivolgere o a chi ha anni di esperienza sulla meditazione o direttamente ai vostri Angeli pregando e chiedendogli di illuminarvi il percorso più facile per trovare pace e gioia e se necessario farvi entrare in contatto con persone che posso aiutarvi.

Ricordate: Pochi minuti al giorno per pregare il vostro angelo sono davvero una inezia, soprattutto se paragonato ai numerosi benefici di cui potrete godere.

affermazioni-scientifiche-guarigione-meditazioni-metafis_004Vi consigliamo un ottimo libro delle meditazioni di Paramhansa Yogananda ovvero le  “Affermazioni Scientifiche di Guarigione e Meditazioni Metafisiche“, all’interno troverete una raccolta preziosa  di meditazioni e preghiere  adatte a tutti i ricercatori spirituali.

Buona meditazione a Tutti.

Pace e gioia!

Namastè.

Leonardo

 

 

 

 

 

 

Le tue condivisioni ci aiutano a crescere. Grazie in anticipo del tuo aiuto!

Posted in BENESSERE, MEDITAZIONE and tagged , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , .

2 Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *