Corsi per bambini: meditazione, postura ed alimentazione

Corso di meditazione, meridiani ed esercizi posturali  per bambini

Un’integrazione tra alimentazione, meditazione, meridiani ed esercizi posturali come pratica di prevenzione per la salute.

corsi bambini meditazione postura alimentazionePresentazione del Progetto New Indaco Body – Children e Invisible

CHE COSA E’:

Il progetto “NEW INDACO BODY – CHILDREN AND INVISIBLE” (NIB – C&I di seguito) è stato ispirato da una sostanziale analisi sui bisogni della società odierna, perseguendo il fatto che i giovani abbiano bisogno di stabilità, non solo quella che viene a mancare a causa di una mancanza di prospettiva di lavoro, ma soprattutto stabilità personale, caratteriale; spesso fin da bambini non hanno potuto sviluppare la loro individualità e potenzialità bombardati da molti, troppi stimoli esterni.

E’ necessario individuare questa individualità, riconoscerla ed indirizzarla al meglio e quanto prima, per evitare di avere ragazzi che frequentano le scuole superiori senza sapere realmente se quello è il giusto indirizzo da intraprendere rispetto alle propri aspirazioni.

Il metodo New Indaco Body (NIB di seguito) è l’unione di varie tecniche, e va a “nutrire” i vari bisogni dell’individuo, aiutandolo a cambiare le vecchie abitudini e correggendo ogni atteggiamento viziato; questo accade attraverso una maggiore attenzione al proprio corpo, facilitando il cambiamento strutturale (ossia della catena muscolo scheletrica) graduale e spontaneo nel tempo, permettendo di acquisire maggiore consapevolezza delle proprie capacità, maggiore autostima e propensione a sviluppare i propri talenti personali, che spontaneamente riaffiorano.

A CHI SI RIVOLGE:

Il metodo NIB – C&I si rivolge ai giovani, perché loro sono il futuro del mondo e devono abituarsi fino dalla tenera età a non emarginare le persone mostrando atteggiamenti di superiorità: devono rendersi conto che ogni individuo è parte integrante ed importante della società.

Attraverso un’introspezione su se stessi in rapporti con gli altri, i bambini verranno condotti a verificare e valorizzare il rapporto con se stessi e con gli altri, ricevendo le basi per diventare individui più forti e più stabili, capaci di far fronte ai condizionamenti che ricevono dal mondo durante la loro adolescenza.

“CAMBIAMO L’ATTEGGIAMENTO, CAMBIAMO IL LINGUAGGIO E CAMBIEREMO IL MONDO”

“IL CORPO PARLA”

sono tutte espressioni che portano attenzione sulle nostre debolezze e sui nostri punti di forza.

Il percorso si rivolge sia ad alunni delle scuole elementari che medie, sia ai loro genitori ed insegnanti, fino a tutte le persone che a scuola vengono a contatto con i fanciulli, con sessioni separate per età (5-10 e 11-13, senza genitori; genitori, insegnanti, educatori, assistenti).

Nel titolo viene utilizzato il termine INVISIBLE per individuare una parola più adeguata quando ci riferiamo alla disabilità, riferendoci al blog del Correre della Sera, chiamato “InVisibili”, redatto da Claudio Arrigoni in cooperazione con Franco Bomprezzi e Simone Fanti. Il concetto di InVisibili, cioè persone che non possono essere viste e che non devono essere viste, mostra la cultura, il grado di civiltà, il modo di pensare, il livello di attenzione verso i più disagiati.

QUAL E’ L’OBBIETTIVO

Il metodo NIB è oggettivamente funzionale nel quotidiano: ha la finalità di unire una serie di informazioni e conoscenze plurimillenarie e, con la giusta applicazione può favorire “la rinascita “di una comunità mirata al benessere e alla prevenzione di atteggiamenti come il “bullismo” e tanti altri comportamenti giovanili che portano alla distruzione, con tendenze ad atti vandalici, che spesso non sono immaginabili dal genitore o dall’educatore, che non si aspettano, e non accettano, un disagio così grande da gestire.

COME SI SVOLGE

Il percorso si incentra su esercizi di conoscenza del proprio corpo per migliorarne al stabilità e valutarne le possibili problematiche: ascolto del corpo e dei suoi segni (vedi gli argomenti di seguito).

Si prevedono incontri settimanali con i bambini, di un’ora circa, per un totale di 36 ore (ovvero 9 mesi, la durata dell’anno scolastico): gli incontri sono gratuiti.

Per i genitori e gli insegnanti, ovvero tutti coloro che hanno a che fare con gli alunni, si prevedono uno/due incontri alla settimana, di 1,5 ora ciascuno, al prezzo 10 € l’uno a persona. Saranno ore di lavoro finalizzate sia al rapporto con se stessi sia al rapporto con il bambino, per comprendere INSIEME, genitori ed educatori, come guidare il suo sviluppo.

Argomenti di studio del metodo

L’IMPORTANZA DELLA POSTURA: “Il corpo parla”

E’ confermato da dati scientifici che i disturbi strutturali dovuti ad errori di postura, come inclinazione del busto, le spalle più basse, ginocchio varo ecc, possono provocare l’insorgenza di varie patologie e alterazioni dell’apparato locomotore. La comunità scientifica ha espresso una valutazione anche riguardo al fatto che le emozioni sono estremamente importanti sulla postura, in particolar modo sulla probabilità di subire traumi.

Nel congresso del 2005 tenutosi a Marsiglia, in una pubblicazione intitolata “Aporia delle norme stabilometriche” venne affermato che la psiche influenza in modo significativo il sistema di regolazione della postura.

Per capire da cosa dipende lo scompenso strutturale è necessaria un’osservazione attenta della struttura dell’individuo e del suo apparato locomotorio, e in alcuni casi indirizzare il giovane dallo specialista adeguato ed eventualmente decidere un iter adeguato da seguire, in separata sede, in collaborazione con i genitori, nei casi dove questi fenomeni di scompenso siano troppo accentuati, per programmare una scheda di esercizi fisici specifici per l’individuo.

Alcuni esercizi base sulla postura aiutano ad allineare l’apparato locomotorio dando una maggiore stabilità, simmetria all’apparato stesso, aiutando a prevenire l’insorgenza di problematiche maggiori.

Inizialmente si procede con una osservazione del proprio corpo nella postura eretta: il corpo eretto necessita di attivare i vari muscoli per facilitare i movimenti e mantenere una posizioni verticale. La costante forza di gravità non facilita questo sforzo e che il corpo deve fare e, se un muscolo è troppo teso mentre altri sono troppo flaccidi, questa difficoltà diventa notevole.

Le problematiche che più frequentemente si riscontrano sono: scoliosi, lordosi, cifosi, rotazioni, rigidità muscolare, muscoli atrofizzati, muscoli ipertrofici, ginocchio varo o valgo, fino a coinvolgere la meccanica del piede.

La posizione del corpo quando è eretto, seduto o steso, rappresenta la relazione strutturale tra i sistemi muscoli scheletrici e la gravità, e tale relazione può essere la causa delle problematiche sopra elencate.

Sin da giovane età si può acquisire una visone globale della propria struttura corporea e intervenire con esercizi posturali adeguati, per prevenire atteggiamenti viziati del corpo che successivamente accompagnano il bambino fino all’età adulta, dove ogni problema sarà più difficile da correggere.

LA MEDITAZIONE

La meditazione è un metodo per lavorare con se stessi; può essere usata come semplice rilassamento o come un mezzo profondo per la crescita della consapevolezza e della spiritualità.

La meditazione è una pratica antichissima, si può dire antica quanto l’uomo. La parola meditare deriva dal verbo latino “mederi” che significa medicare, misurare e pensare.

La “radice” MED accomuna le parole meditare e medicina. Lo scopo primario della meditazione è quello di curare le ferite emotive, i pensieri negativi, le abitudini inconsce, per vivere meglio, più rilassati, più fiduciosi e soprattutto creativi.

La meditazione è il tempo che abbiamo a disposizione per rimanere in uno stato di coscienza chiaro e consapevole; è una tecnica che permette di realizzare una distensione ben più profonda del sonno, ma in una condizione di ineccepibile veglia. Meditare equivale ad essere consapevoli di qualunque cosa si stia facendo (o non facendo) in quel determinato instante, senza agire in modo automatico, con disattenzione o peggio ancora con svogliatezza.

Il segreto è cercare di essere o diventare consapevoli, per quanto possibile, dei propri atti, senza tensioni o aspettative, ma con scioltezza e senza aspettarsi nulla.

Il senso del presente, del qui e ora, conduce via via ad un rilassamento interiore, che consente di percepire la vita per ciò che è. Per meditare è sufficiente prestare attenzione, osservare, con tanta pazienza, perseveranza, in silenzioso raccoglimento.

I BENEFICI DELLA MEDITAZIONE sono innumerevoli: gli studi dimostrano che le persone che praticano quotidianamente la meditazione hanno innumerevoli vantaggi rispetto a chi non la pratica; ecco solo alcuni dei vantaggi che può portare la meditazione .

* RITROVARE LA FIDUCIA IN SE’ STESSI.

* STABILIRE UNA PROFONDA CONNESSIONE tra mente e corpo, che rende in grado di rigenerare la salute e creare abitudini più salutari in modo naturale.

* Acquisire una più profonda COMPRENSIONE DELLE EMOZIONI, con un conseguente rafforzamento del legame con la famiglia, il partner, gli amici.

* Riuscire a rimanere più a lungo concentrato, memorizzare meglio e più velocemente.

* Riuscire a SCIOGLIERE LO STRESS, RITROVARE L’ARMONIA, diventare più comprensivo ed empatico, e quindi comunicare più efficacemente con gli altri.

* Ottenere una forma mentale più produttiva e una naturale attrazione ad abbondanza e successo.

Esistono molte tecniche di meditazione che possono essere praticate nel contesto della vita di tutti i giorni , e quindi anche nella scuola, sul lavoro, nel tempo libero, nell’ attività sportiva, mentre si pulisce la casa , nella guida dell’auto, da soli o con altri. ecc.

LA MEDITAZIONE PER I PIU’ GIOVANI.

Il 25% dei teenagers soffre di disturbi ansiogeni, più di sei milioni di bambini curano disabilità psicologiche che compromettono il loro apprendimento; un bambino su tre è obeso; tre milioni di ragazzi assumono farmaci per curare la ADHD (sindrome da mancanza di attenzione e iperattività); il suicidio è la terza causa di morte tra i più giovani. Sono in aumento i disturbi come la dislessia e discalculia (colpiscono il 5% degli alunni) associati al bullismo e ad altri disordini psicologici correlati alla dipendenza dal social network.

In oltre 50 paesi nel mondo è stata introdotta la meditazione nelle scuole.

Alla Maharish School Fairfield, Iowa, è un metodo consolidato da più di 30 anni: due volte al giorno studenti e insegnanti si concedono il loro momento di quiete di 20 minuti da dedicare alla meditazione. Gli studenti che la praticano sembrano avere atteggiamenti più maturi e ottenere voti migliori, inoltre sono più calmi ma allo stesso tempo, svegli e dinamici, meno soggetti ad ansia e a comportamenti violenti.

Il New York Times ha posto la MEDITAZIONE NELLE SCUOLE in cima alla lista delle migliori idee del 2005.

L’ esperienza della MEDITAZIONE aiuta ad attuare il completo sviluppo del cervello, rendendo possibile a QI e creatività di crescere molto più rapidamente che nei bambini che non la praticano. I sintomi dell’ADHD scompaiano spontaneamente e anche il bullismo e violenza si riducono fino addirittura a scomparire.

Il pieno sviluppo del bambino comprende molto più di una semplice potenzialità del cervello. Ci sono altri aspetti che sono altrettanto importanti e sui quali l’esperienza della meditazione sembra avere un effetto altrettanto significativo: fiducia in se stessi, ragionamento morale, capacità di sviluppare relazioni armoniose con gli altri, salute ed equilibrio mentale. Tutti questi aspetti insieme migliorano simultaneamente, creando una vita di soddisfazioni.

“MERIDIANI e digitopressione”

Durante il percorso NIB-C&I verranno trasmesse le basi della conoscenza dei 14 meridiani principali dell’agopuntura, per facilitare lo sviluppo dell’individuo, per imparare a gestire i disturbi che possono sorgere ed ostacolare le regolari attività quotidiane (ad es. mal di testa, mal di pancia, insonnia, dolori mestruali ecc). Verranno insegnate le posizioni di due o tre punti per ciascun meridiano, punti che, se correttamente stimolati, oggettivamente possono compensare l’esigenza dell’utilizzo dei farmaci.

Semplicemente praticando piccole pressioni su determinati punti del corpo, favorendo il ripristino della normale funzionalità corporea e creando un sollievo sostanziale con il diminuire del dolore, in molti casi può avvenire la trasformazione permanente arrivando alla guarigione: tutto questo praticando assiduamente alcuni esercizi di auto – massaggio e mantenendo una giusta attenzione alimentare.

Come per ogni disciplina prima si imparano certi concetti, prima saranno assimilabili dal nostro stesso organismo.

È risaputo che i bambini hanno una maggiore facilità ad assimilare le lingue straniere sin da piccoli; così accade per il linguaggio del corpo: prima si imparano a leggere i segnali, più saremo avvantaggiati in futuro.

Attraverso il gioco, il bambino ed il giovane verranno accompagnati in un percorso di auto-guarigione. Saranno agevolati nel ripristino delle funzioni vitali, permettendo loro di ritrovare l’equilibrio con se stessi e con l’ambiente esterno, fornendo i mezzi e le informazioni necessarie per renderli più consapevoli ed attivi nella ricerca di una migliore condizione di benessere e di salute, acquisendo una maggiore sensibilità e auto-percezione della propria struttura fisica ed energetica.

Come conseguenza dell’integrazione tra alimentazione, meditazione, esercizi posturali, auto massaggio e digito-pressione, questo metodo potrebbe diventare una importante pratica di prevenzione per la salute.

Caratteristiche necessarie per insegnare il metodo NIB

La lezione deve essere eseguita da un’insegnante che abbia conoscenza dei meridiani e che abbia sviluppato la capacità di “sentire il fluire dell’energia”. E’ necessario che pratichi e abbia conoscenza di varie tecniche di meditazione e che possegga l’attestato di posturologo, oltre al fatto che sia accreditato come insegnante NEW INDACO BODY riconosciuto dall’ Ass. Indaco di Tania Pontara e da CSEN (Centro Sportivo Educativo Nazionale).

Gli incontri con i bambini saranno realizzati sia dalla stessa Tania Pontara, supportata, in particolar modo durante le sessioni per gli adulti, da specialisti (medici, psicoterapeuti, nutrizionisti, ortopedici, logopedisti, ed altro), diversi a seconda delle esigenze del gruppo che si verrà a creare.

REFERENTE DEL PROGETTO

Tania Pontara, Presidente e responsabile dell’Ass. Indaco.

Cittadina italo-brasiliana, nasce e cresce in Brasil, nella provincia dello Espirito Santo, sino ai suoi 18 anni compiuti.

Consegue in Brasile il diploma di tecnico di laboratorio di analisi chimiche e in Italia quello di dirigente di comunità.

Da circa 25 anni opera nel settore del benessere e pratica la meditazione.

Ha conseguito varie attestazioni, tra cui:

Diploma Triennale dell’ OASHIATSU ISTITUT, conseguito nel 91 all’ accademia Cristallo di Firenze.
Diploma Triennale della scuola superiore di Shiatsu “MI ZAI” di Gargiulo Luigi.
Diploma Triennale di Massofisioterapia.
Master annuale di Massaggio Sportivo.
Diploma Nazionale qualifica di Posturologo, conseguito nel centro sportivo educativo di Roma nel 2011( riconosciuto dal CONI).

 

Le tue condivisioni ci aiutano a crescere. Grazie in anticipo del tuo aiuto!

Posted in BENESSERE, CORSI, MEDITAZIONE and tagged , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , .

5 Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *