Meditazione, intenzione, salute e gioia.

I poteri della meditazione

La meditazione possono scaturire immensi benefici se associati ad una corretta consapevolezza ed intenzione.

Iniziamo questo articolo sottolineando l’importanza di comprendere che la mente è come l’acqua di uno stagno, quando viene agitata diventa difficile vederne il contenuto, ma se le permetti di calmarsi le risposte diventano chiare. Per poter entrare in contatto con il proprio inconscio ci sono due strade:

– una è quella di rilassarsi e dialogare con il subconscio attraverso il contatto con i 6 sensi contemporaneamente.

– l’altra è quella della meditazione del bambino interiore sicuramente molto potente, ma adatta a chi ha esperienza con le meditazioni passive, altrimenti per godere dei benefici di questa incredibile meditazione potrebbero essere necessarie diverse settimane di esercizi (comunque esorto i principianti della meditazione ad avvicinarvisi ed a tentarla in quanto si possono scoprire innumerevoli potenzialità della mente.)

Mi preme ricordare che ricercatori neurobiologici americani hanno studiato gli effetti benefici della meditazione attraverso l’ encefalogramma ed hanno accertato che sessioni di meditazione sono in grado di attivare specifiche aree della corteccia celebrale, il giro del cingolo anteriore, l’insula mediana e l’ippocampo, e nelle aree sottocorticali, parte dello striato, che rappresentano il blocco centrale delle aree del sistema della ricompensa, con un rilascio da parte dell’ipotalamo di dopamina (da cui dipendono stati di euforia e benessere). Queste informazioni dimostrano scientificamente perché la meditazione correlata ad una corretta respirazione è in grado di creare stati di benessere diffuso e continuativo. Altri studi hanno dimostrato che la meditazione, al contrario di qualunque altra sostanza alimentare e/o chimica, non ha effetti collaterali o forme di assuefazione.

Per me insegnare la meditazione vuol dire diffondere il benessere psico-fisico dell’uomo, perché la meditazione permette di raggiungere stati di calma, pace e benessere grazie alla consapevolezza delle nostre incredibili doti. Con la meditazione si impara a riconoscere i nostri reali bisogni e non quelli filtrati dalla società ed i media. Non sono poche le persone che dopo aver iniziato a meditare cambiano lavoro o mutano radicalmente i propri obiettivi, perché scoprono cosa realmente vogliono dalla loro vita.

Meditare ti permette di aver maggiore energia, salute, forza, serenità e gioia interiore.

Ovviamente “Niente viene dal nulla”, come insegna l’antica locuzione latina : “Ex nihilo nihil fit”.

Anche se è consigliato meditare la mattina, ritengo che ogni momento della giornata è un ottima occasione per regalarsi un momento di pace. La posizione deve essere rigorosamente con la schiena dritta e comunque sempre in posizione comoda e rilassata. Pertanto è fondamentale tenere la spina dorsale dritta ed il corpo immobile ed appena trovata la posizione più confortevole occorre dimenticarsi del proprio corpo, dissociarsi da tutta la parte fisica. In assenza di una postura dritta la consapevolezza potrebbe esser rivolta sui muscoli e che attraverso sottili energie elettriche vengono continuamente impegnati.

La vita frenetica a cui siamo sottoposti ogni giorno, con scadenze e problemi continui creerà notevoli difficoltà nell’iniziare la meditazione, ma ti insegnerò due semplici trucchi per aiutarvi a raggiungere il giusto rilassamento in pochi minuti. Il primo è svolgere la respirazione alternata per 5 volte con ogni cavo nasale. Quindi inizierai ad inspirare profondamente dal cavo nasale destro gonfiando la pancia e direzionando il respiro verso l’osso sacro, poi tratterrai l’aria per qualche secondo (dipende da soggetto a soggetto) ed infine espirerai con il cavo nasale sinistro ed inspirerai dal cavo nasale sinistro gonfiando la pancia e direzionando il respiro verso l’osso sacro. Poi tratterrai l’aria ed espirerai con il cavo nasale destro e così via. (E’ necessario utilizzare il pollice e l’indice per bloccare l’aria sui diversi canali nasali.)

Il secondo trucco è di non bloccare eventuali pensieri che sopraggiungono, ma considerarli come qualcosa visto dall’ esterno e lasciarli passare davanti i tuoi occhi come nuvole portate via dal vento.

La più alta forma di intelligenza umana è la capacità di osservare senza giudicare.”

J. Krishnamurti

Il terzo trucco, da usare opzionalmente, è quello di ripetere per qualche minuto una parola che ti piace esempio: AMORE, GIOIA, FELICITA’, RILASSAMENTO ecc ecc

Mi preme soffermarmi sulla necessità di trattenere il respiro, in quanto nei polmoni l’aria è come se venisse digerita, se la espelli subito non dai ai polmoni il tempo di sfruttare l’energia dell’aria. Ancora più importante è cercare di respirare con l’addome, per nutrire al massimo il proprio corpo.

Chi respira spesso ed a lungo con il petto sentirà spesso la mente vuota, si dimenticherà di tantissime cose, in pratica è come se vivesse con la testa dentro un pallone, cioè in uno stato di semi-apnea che non fa altro che farti vivere a metà. La prima causa della respirazione pettorale è lo stress, che tende a far irrigidire tutto il corpo. Purtroppo lo stress prolungato nuoce alla salute anche perché induce ad una respirazione scorretta. Per molte persone che hanno sempre la testa nel pallone o che soffrono di stipsi, nonostante consumino regolarmente fibre, è sufficiente chiedergli di sforzarsi a fare delle respirazioni profonde per sole tre volte al giorno, ed il loro stato di disagio migliorerà velocemente. Non bisogna mai dimenticare che la prima e l’ultima cosa che facciamo in vita è respirare, infatti si nasce con una inspirazione e si muore con una espirazione.

Sommario
product image
Valutazione
5 based on 1 votes
Nome prodotto
I poteri della meditazione

Le tue condivisioni ci aiutano a crescere. Grazie in anticipo del tuo aiuto!

Posted in BENESSERE, MEDITAZIONE and tagged , , , , , , , , , , , .

3 Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *