IL PAESE DI CASESOLE

Nel paese di Casesole

ci sono tante casette a girasole,

gli abitanti amano al sole poltrire

ma per legge non possono uscire.

Allora fan girare la propria dimora

per seguire la palla di fuoco ogni ora.

Ma cosa fanno tutte le persone?

Possono almeno affacciarsi al balcone?

Le case girasole …

Al mattino tutte a est sono risolte,

da lontano si salutano i vicini mille volte.

A mezzogiorno quando il sole è alto e perfetto,

tutti se ne stanno sdraiati sul tetto.

La sera per dire addio al sole che va a dormire,

si girano a ovest e lo guardano scomparire.

Mattino, pomeriggio e sera…

Ma la notte è lunga e nera!

Ai confini c’è una casa un po’ diversa

di un inventore che dicon abbia perso la testa.

Sotto la corolla gialla di tegole a onde

si intravedono finestre bianche e rotonde,

assomigliano a quel fiore chiamato Lunare

che fiorisce guardando la Stella polare.

Appena scomparso il diurno tesoro

si chiudono stretti i petali d’oro

e spuntano svelti argentei fiori lunari

profumatissimi, belli e assai rari.

L’uomo che tutti credono pazzo

se ne sta felice sul suo terrazzo,

il buio non può più spaventarlo

ha il suo ingegno per affrontarlo.

Il suo vicino che di notte lo vedeva là fuori,

respirare e sognare illuminato dai bianchi fiori,

gli chiese con garbo e gentilezza

quale fosse il segreto di tanta notturna bellezza.

L’inventore allora gli lanciò un sacchetto

dicendo: – Pianta questi semi all’ombra del tetto!

Fu così che i semini passarono da un vicino all’altro

finché tutto il paese poté sorridere al bianco astro.

Se i girasoli son utili finché è giorno

altro può aiutarci quando è notte attorno.

Allora bambini se tutto si oscura

fatevi coraggio e non abbiate paura,

usate la vostra grande fantasia

e ogni timore andrà via.

 

Autore: Paola Capozzi

Illustratrici: Sara e Dalila

Le tue condivisioni ci aiutano a crescere. Grazie in anticipo del tuo aiuto!

Posted in FAVOLE PER BAMBINI, FIABE, STORIE PER BAMBINI.

One Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *