La fortezza invisibile

Tra i fitti boschi della foresta nera si ergeva un maestoso castello, dove si stvvano celebrando le nozze della bella principessa Brynja e il suo bel principe Dustin. Quando improvvisamente il castello fu assaltato dai feroci soldati di un mago molto cattivo.

Mentre il principe e i suoi soldati  si battevano valorosamente, uno dei soldati dalla  armatura nera come la notte ,rapì la principessa, che montata a cavallo, fuggì via veloce dal castello. Il principe Dustin durante il combattimento era stato ferito lievemente e aveva perso i sensi.

Al suo risveglio, accanto a lui trovò un uomo che gli stava disinfettando la ferita sul petto.

Il principe pianse, spiegandogli che la principessa era stata rapita. Ma l’uomo dai folti e lunghi capelli bianchi gli fece coraggio, donandogli un’arma, un arco e una freccia d’oro, che avrebbe potuto sconfiggere il mago cattivo.

Gli spiegò che abitava in una fortezza invisibile, perché al termine di ogni giorno scompariva per riapparire in un altro posto.

Il principe e il suo nuovo compagno Gudrun si misero in viaggio lungo la foresta nera per andare a trovare il vecchio saggio del luogo, il solo che avrebbe potuto predirgli dove la fortezza invisibile sarebbe ricomparsa il giorno seguente. Mentre attraversavano il bosco, improvvisamente sentirono fremere il terreno sotto il loro piedi.

Stavano per essere ingoiati dalle sabbie mobili, ma qualcuno lanciò loro una fune. “Presto aggrappatevi”, disse.

Il principe Dustin passò parte della fune a Gudrun, e l’uomo dalle forti braccia riuscì a trarli fuori dalle sabbie mobili e metterli in salvo. “Ti dobbiamo la vita”, disse Dustin, presentandosi e spiegandogli lo scopo del loro viaggio. “Sono al vostro servizio, sarà un onore per me accompagnarvi nell’impresa.

Il mio nome è Gerd e questi sono i miei compagni, sbucando fuori da dietro gli alberi alcuni uomini. Siamo dei mercanti, la foresta non ha segreti per noi”.”Noi stiamo cercando il vecchio saggio, solo lui potrà rivelarci dove sorgerà domani la fortezza” disse Dustin. “Non dovrebbe essere lontano da qui”, disse Gerd , “si dice che viva a nord della foresta”.

Ma quando stavano ormai perdendo le speranze, Dustin appoggiatosi al tronco di un albero , d’improvviso apparì una porta magica.

Gli uomini entrarono e si ritrovarono all’interno di una grotta dell’albero tasso ,oscura e illuminata da qualche candela e lanterna.

“Vi ho sentito arrivare , conosco il motivo per cui siete qui “,disse il mago dalla lunga barba bianca e di verde vestito come il colore del bosco. Un giovane ragazzo apprendista si avvicinò al mago, porgendogli una vecchia dorata lanterna, La lanterna era magica, poggiata sul tavolo in legno divenne una sorgente luminosa. Sul tavolo comparve la fortezza invisibile su un deserto di sabbia”.

Domani a mezzogiorno ,la fortezza invisibile sorgerà sul deserto del Desher, a tre miglia da qui” disse il saggio Tasaur. Ringraziato il vecchio saggio , gli uomini uscirono dalla grotta. “E’ impossibile raggiungere il deserto di sabbia. Il cammino è troppo lungo”.disse Dustin. “Forse conosco qualcuno che può aiutarci , disse Gunnhild ,uno degli uomini di Gerd.

“E’ solo a qualche ora di cammino da qui”. “Dovremmo essere quasi arrivati”, non finì di dirlo, che gli uomini sprofondarono in una profonda voragine sotto terra. “Ben arrivati , disse un uomo gigante da un occhio solo sulla fronte. “Non abbiate timore del mio aspetto, sono un abile artigiano”.

Il principe Dustin spiegò che avrebbero dovuto raggiungere la fortezza invisibile l’indomani per raggiungere il deserto Desher.

“ Sono felice di aiutarvi, vi darò i miei cavalli di fuoco. Purtroppo non posso unirmi a voi , conosco il mio destino e mi vuole qui tra le mura di questa voragine dove morirò.

“Prendete questo, è il medaglione del mio casato, forgiato in oro e argento. E’ il mio modo per ringraziarvi”,disse Dustin “Lo custodirò come il mio bene più prezioso, non avevo mai visto un oggetto così bello”.

I cavalli di fuoco erano bellissimi, marroni e neri. Correvano veloci come il vento, alzandosi in volo, dal suolo  e dagli zoccoli emanavano fiamme di fuoco.

La principessa ,intanto si aggirava tra le mura della fortezza invisibile, ma ogni angolo era circondato dai soldati del perfido mago.

Ogni giorno cresceva in lei la speranza  che il suo Dustin sarebbe venuto a salvarla.  A mezzogiorno in punto, la fortezza invisibile apparve nel deserto di sabbia del Desher.

Gli uomini del principe si trovarono davanti l’enorme fortezza invisibile. Si presentava come un‘enorme roccia di granito, e gli uomini si arrampicarono cercando l’entrata. Ma si trovarono accerchiati dai soldati del mago. In loro soccorso giunse il ciclope, “Non potevo lasciarvi solo principe, il vostro medaglione mi ha insegnato cos’è la libertà”.

Mentre gli altri erano impegnati a combattere contro i soldati, il ciclope incastrò il medaglione sul foro della roccia di granito e le mura si aprirono.

“Presto di qua, gridò Dustin, Mentre i suoi uomini entravano tutti  all’interno della fortezza inespugnabile, il ciclope venne colpito alle spalle da un soldato .

“Così si compie il mio fato”, disse il ciclope. Il principe lo strinse a se,dicendo addio al su caro amico, ed entrò nella fortezza.

I soldati del mago non davano pace ,e combattevano più agguerriti che mai. Tra i corridoi della fortezza, il principe trovò la principessa incatenata alla pareti della roccia. “Non riuscirai mai a sconfiggermi “echeggiò la voce del mago.

Al centro della sala vi era solo una fonte con dell’acqua, ma in essa apparve l’immagine del perfido mago.

Il principe sfoderò l’arco con la freccia d’oro, ma non sapeva dove colpire. Mira all’acqua della fonte, gridò la principessa.

Dustin scagliò la freccia che come un raggio di sole illuminò l’intera sala e colpi al centro l’acqua della fonte.

Come per incanto ,la fortezza invisibile sparì e tutti si ritrovarono nel castello della foresta nera.

Un sortilegio aveva mutato il cervo sacro della foresta nera nel perfido mago.

L’incantesimo era rotto e segnava la rinascita dell’amore del principe Dustin della sua principessa Brynja.

AUTORE: Sallemi Astrid

Le tue condivisioni ci aiutano a crescere. Grazie in anticipo del tuo aiuto!

Posted in FAVOLE PER BAMBINI, FIABE, STORIE PER BAMBINI and tagged , , , .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *