Benefici Olio extravergine d’oliva

Olio extravergine d’oliva e benefici per l’organismo

benefici olio extra vergine di olivaLa dieta mediterranea è un regime nutrizionale indicato da più parti come modello più virtuoso, ideale per garantire il benessere dell’organismo e la longevità delle popolazioni che sorgono alle pendici della costa. Elemento chiave della dieta mediterranea, riconosciuta anche come patrimonio immateriale dell’umanità da parte dell’UNESCO, è senza dubbio l’olio extravergine d’oliva, il quale presenta una serie di caratteristiche benefiche esaltate da nutrizionisti e non solo.

Circolazione e malattie cardiovascolari

L’olio extravergine di oliva pugliese, toscano e siciliano, al pari delle eccellenze greche e spagnole, ha un effetto preventivo sulle patologie di natura cardiovascolare, favorendo una corretta circolazione sanguigna. L’utilizzo costante di extravergine favorisce infatti l’elasticità delle pareti arteriosi riducendo del 30% il rischio di infarti e di ictus. Esso, inoltre, riduce la pressione arteriosa favorendo un invecchiamento più lento delle cellule.

Diabete

L’olio extravergine d’oliva abbassa sensibilmente il rischio di contrarre il diabete di Tipo 2. Secondo recenti studi, il consumo di extravergine ridurrebbe quasi del 50% l’incidenza di questa forma di diabete, grazie alla presenza di acidi grassi monoinsaturi, i quali non solo non presentano rischi per l’organismo ma sono addirittura benefici.

Colesterolo

La presenza di polifenoli e vitamina E favorisce la riduzione degli accumuli di colesterolo cattivo (LDL) in favore di quello buono (HDL).

Tumori

L’assunzione frequente di olio di oliva extra vergine ha anche effetti preventivi sull’insorgenza di alcuni tipi di tumore, in particolare per quello al seno. Un’evidenza dimostrata anche dal fatto che le donne dell’area mediterranea presentano un’incidenza tumorale alle mammelle sensibilmente inferiore a quella delle donne del Nord Europa, dove il consumo di olio d’oliva è drasticamente più basso.

Artrite e Osteoporosi

I polifenoli sono anche una risorsa cruciale per la prevenzione di artrite e osteoporosi, contribuendo all’elasticità delle ossa e delle cellule.

Alzheimer e capacità mnemoniche


Di recente, è stata portata alla luce una correlazione importante tra il consumo di extravergine e le capacità mnemoniche, soprattutto sugli anziani e sui bambini. L’olio d’oliva permette anche l’abbassamento dei rischi di insorgenza di alzheimer o nel rallentamento del suo decorso clinico.

Un libro che spiega bene le correlazioni tra l’insorgenza dell’ Alzheimer e vari fattori come : lo stile di vita, l’allenamento fisico e mentale, l’impiego di vitamina D,  l’idratazione, l’alimentazione tra cui l’impiego di olio extravergine d’oliva, è il libro  “Attacco alle Malattie del Cervello di Paolo Giordo” che spiega in dettaglio anche le correlazioni con con la sclerosi multipla,  sla, fibromialgia,  parkinson, miastenia gravis, sindrome da fatica cronica.

Sommario
product image
Valutazione
5 based on 1 votes
Brand
Olio extravergine d’oliva
Nome prodotto
Benefici Olio extravergine d’oliva

Le tue condivisioni ci aiutano a crescere. Grazie in anticipo del tuo aiuto!

Posted in BENESSERE and tagged , , .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *