Progetto accessibilita senza barriere

Proposta Montagne di legami a sport senza barriere

L’obbiettivo del nostro progetto e’quello di permettere e facilitare l’acquisizione di competenze motorie di base , di abilità come la gestione degli spazi, dei tempi, dei ritmi, dei turni, delle relazioni con pari con ruoli differenti e tutte quelle richieste che l’attività motoria richiede di affrontare (vincere le paure, affrontare e superare i limiti, aquisire sicurezze ecc).

Aquisire, secondo le possibilità individuali, le capacità motorie necessarie diventa un prerequisito indispensabile per affrontare in futuro qualunque attività quotidiana.

Gli schemi motori dinamici sono quelli che permettono al corpo di spostarsi nello spazio.

Vengono così chiamati i seguenti movimenti: camminare, correre, sollevare trasportare e trasportarsi, saltare, lanciare ed afferrare, tirare e spingere, rotolare, strisciare,arrampicarsi.

Gli schemi posturali sono schemi statici o statico-dinamici in cui il corpo resta fisso sul posto e vi è uno spostamento nello spazio di una qualsiasi parte di esso.

Vengono così chiamati i seguenti movimenti: flettere, piegare, circondurre, ruotare, oscillare,inclinare, sollevare.

L’arricchimento degli schemi motori è continuo e dura per tutta la vita: si passa infatti da gesti motori semplici ad altri più articolati e complessi. I ritmi di sviluppo, possono oscillare e variare da soggetto a soggetto e sono connessi ai livelli non omogenei di maturazione e di apprendimento motorio di ogni individuo, livelli dati dal grado di “alfabetizzazione” motoria, cui gli itinerari didattici e le strategie educative devono adeguarsi ed aderire.

Montagne di Legami propone delle attività considerate “strumento di formazione” attraverso giochi strutturati per l’apprendimento di diverse attività motorie, come il correre, camminare, strisciare, arrampicarsi, saltare, lanciare, afferrare, rotolare ecc… potenziando inoltre le capacità coordinative, senso-percettive, cognitive e sociali del bambino/ragazzo/a con l’aiuto e la professionalità dei suoi operatori.Inoltre grazie a percorsi di agility utilizzando gli asini, intende essere strumento di terapia e formazione, sviluppando contemporaneamente un processo di autostima, affinando le abilità individuali.La dimensione motoria può rappresentare quindi una possibilità di riuscita e di successo.

Lo sport è l’insieme di attività fisiche effettuate per fini salutistici, formativi e competitivi, e con il termine «sport» si indicano tutte le discipline fisiche in tutte le loro forme e fini.”

Partendo da questa sintetica e significativa definizione della parola” Sport” ed analizzando l’ampiezza dei valori che essa sottintende se estesa anche ai portatori di disabilità si può comprendere ancora meglio l’importanza del progetto:”Sport senza barriere”

Fare attività motoria è essenziale per mantenere una buona salute fisica e mentale, per formare e rafforzare il carattere di ogni praticante , stimolare lo spirito di squadra e la competività., insomma fare attività sportiva non solo come esercizio fisico ma, alla fine, come palestra di vità.

Attività per persone con disabilità

Questa breve premessa è per l’Associazione ASDPS Montagne di legami, di fondamentale importanza per far comprendere il tipo di attività che svolge sia con i normodotati sia con persone con disabilità e quali siano le finalità che si prefigge di raggiungere.

La decennale esperienza maturata in ambiti diversi da Nino Guidi come escursionista e da qualche tempo come guida ambientale e da Renzo Rossi come preparatore atletico UEFA è alla base delle attività promosse dall’associazione citata.

Entrambi , con percorsi formativi ed esperienziali diversi, hanno trovato elementi comuni per lo sviluppo di attività motorie da proporre ai propri soci e , in particolare, hanno sentito l’esigenza di diffondere e favorire la pratica del camminare in ambiente naturale come la migliore medicina per il corpo e la mente dell’essere umano. Nell’epoca moderna dove le fasi della giornata sono scandite da ritmi serrati , dove l’uso dell’auto impegna molto del nostro tempo, dove queste attività insieme ad altre sono fonte di stress ,e, di conseguenza, di disturbi fisici e neurologici l’associazione si impegna a promuovere un modello di vita diverso e , nel suo piccolo ambito di azione, lo fa cercando di stimolare le persone ad affrontare gli spostamenti camminando o utilizzando mezzi pubblici a impatto ambientale basso e che offrono grandi possibilità di sviluppare relazioni , oltre ad invitare a vivere la quotidianità con lentezza cercando di cogliere il meglio di ogni situazione nel qui e ora.

I Romani e i Greci si incontravano o studiavano camminando sotto i portici e in quel semplice esercizio trovavano un valido aiuto per sciogliere le tensioni e mettersi nella migliore condizione mentale per affrontare le varie questioni o per sviluppare creatività e soluzioni .

Camminare , muoversi con lentezza, sviluppare lo spirito di osservazione, favorire il confronto diretto, il dialogo sono “Lo sport” ( salute, formazione e competività..) più bello del mondo e rappresentano alcuni degli aspetti significativi che ci aiutano a vivere in modo autentico la nostra vita e che , nell’era del volare e di internet potrebbero sembrare una rivoluzione.

Noi, associazione Montagne di legami in questa formula esistenziale ci crediamo e fin dalla costituzione del sodalizio ci siamo impegnati a promuoverla in ogni ambito ottenendo grandi soddisfazioni.

Per sviluppare queste attività da diversi anni promuoviamo un ricco calendario di escursioni nelle varie stagioni e su tutto il territorio italiano. Inoltre, dal 2014 abbiamo deciso di realizzare un’asineria dopo avere conseguito la qualifica di coadiutori in attività assistite con gli asini(AAA e EAA). La struttura costruita nel rispetto delle norme vigenti ci ha permesso di dare vita a numerose attività nei dodici mesi dell’anno, sia all’aperto che in uno psazio protetto.

Laboratori per bambini

Nei vari laboratori che abbiamo concretizzato abbiamo avvicinato i bambini della fascia di età 3-12 anni all’ambiente naturale attraverso lattività svolte sul campo sia all’interno della nostra asineria che nella campagna circostante. Abbiamo fornito loro i primi rudimenti per un corretto approccio con gli asini aiutandoli ad affrontare la costruzione di una relazione serena con l’equide, a gestire il suo accudimento e a prendere il coraggio per portare l’asino lungo percorsi prestabiliti.

Altre attività creative sono state realizzate successivamente ( laboratori di teatro, di lavorazione dei materiali, di entomologia,etc) e , in ultimo, l’allestimento di un campo tenda per la simulazione di un bivacco dove i partecipanti si sono impegnati per la preparazione degli alimenti , hanno condiviso la cena intorno al fuoco, la notte senza i genitorie passeggiate someggiate . Attività diverse e molto significative che sono state un viatico interessante per permettere ai partecipanti , bambini e ragazzi, di acquisire autnomia e sicurezza nel muoversi in ambiente naturale. Questo era il nostro obbiettivo, creare nuovi e giovani escursionisti che sapessero appassionarsi a certe buone pratiche, affezzionarsi al loro territorio durante l’eplorazione dello stesso.

Grande soddisfazione è stata vedere bambini intimoriti nel primo contatto con gli asini o con un nuovo contesto come quello della nostra sede e asineria e vederli poi affrontare, dopo alcuni incontri e senza timore , gli asini, le ore di marcia, il caldo, la sete, il pernotto in tenda lontani dai genitori, la gestione di se stessi nei vari momenti del campo tenda, etc.

Il risultato di questo lavoro svolto con i bambini, alla fine, è arrivato anche all’orecchio di altre realtà che ci hanno chiesto di replicare l’esperienza con gli asini. Genitori di bambini affetti da autismo che si sono rivolti a noi per sviluppare attività ludico motorie in un ambiente aperto e ricco di stimoli dove i bambini, una volta tanto si potessero esprimere al meglio senza sentirsi sotto osservazione. Una richiesta similare è arrivata, con ns sorpresa e soddisfazione, dalla Asl Pisa per conto della Società della Salute ci ha chiesto di sviluppare un progetto sperimentale per l’area pisana dedicato ai ragazzi autistici.

Pur non avendo grande eseprienza con queste figure svantaggiate, abbiamo deciso con impegno di affrontare la sfida e con l’aiuto di una piscologa ns socia abbiamo intrapreso un percorso di circa 4 mesi che ci ha visti impegnati settimanalmente con 5 ragazzi autistci ad alto funzionamento.

Cinque giovani con personalità e disturbo dello spettro autistico diversi che hanno, però, risposto in modo efficace e concreto alle sollecitazioni ambientali che gli abbiamo presentato. Anche loro , come era stato per i più piccoli, hanno installato e utilizzato, per la prima volta un campo tenda, sia in asineria che in altro ambiente appenninico. Nello stesso modo hanno lavorato con gli asini da un punto di vista relazionale. Altre esperienze sono state create per favorire la loro interazione con individui sconosciuti o per migliorare le loro reazioni nella vita di gruppo. Dopo questo periodo di tempo sia noi che le famiglie e i gestori del progetto abbiamo riscontrato sostanziali cambiamenti , anche trasversali, nei ragazzi.

Oltre a queste attività gli autistici hanno partecipato ad escursioni di vario livello e difficoltà , sia con il bel tempo che con la pioggia , durante la notte e con programmi di uno o più giorni , hanno affrontato percorsi di orieentering ( tecniche ddi orientamento in ambienet naturale e con prove a tempo ) dove ognuno ha potuto verificare i propri limiti personali . Il meglio di loro stessi lo hanno mostrato durante le escursioni , banco di prova di indubbia utilità, dove hanno affrontato i guadi dei corsi dacqua, il sole cocente, il vento, , il fondo dei sentieri sconnesso, gli animali liberi ( mucche e cavalli) , i rovi e le ortiche, gli abitanti sconosciuti….

Pertanto, l’intenzione nostra nel proporci come realtà che vorrebbe partecipare al progetto” Sport senza barriere” conferma la volontà di proseguire sulla strada intrapresa nel riproporre le attività descritte adattandole alle caratteristiche dei partecipanti con un costante monitoraggio dei risultati che ne derivano.

Le tue condivisioni ci aiutano a crescere. Grazie in anticipo del tuo aiuto!

Posted in SOCIALE and tagged , , , , , , .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *